Turno di notte

La notte porta consiglio ? Kruaxi a ruota libera.

Post del blog Novembre 2009 (31)

Futura reclusione ?

Stressato da mio padre, che lo fa 'a fin di bene', ma con la leggerezza di un talebano, mi sono lasciato sfuggire un mezzo 'si' alla possibilità di farmi ricoverare, come ha già fatto lui tempo fa, presso una clinica specializzata in disturbi dell'alimentazione in quel dell'estremo nord Italia.

Vero, negli ultimi anni sono spaventosamente ingrassato, ed i miei 110kg e rotti, per 1.80, sono davvero troppi. Ora dovrei iniziare un lungo iter di richieste ed esami, in attesa di essere… Continua

Aggiunto da Kruaxi su 29 Novembre 2009 a 22:47 — 17 Commenti

Ogni tanto fa bene rileggerla...

Prima di tutti vennero a prendere gli zingari, e fui contento perchè rubacchiavano.
Poi vennero a prendere gli ebrei, e stetti zitto perchè mi stavano antipatici.
Poi vennero a prendere i comunisti, e io non dissi niente perchè non ero comunista.
Un giorno vennero a prendere me, e non c'era nessuno a protestare.
(Bertold Brecht)

Salute e Latinum per tutti !

Aggiunto da Kruaxi su 27 Novembre 2009 a 22:52 — 2 Commenti

Astronauticon IV



Mike Fincke mostra gli effetti di tre giorni di cucina italiana sul fisico iperallenato di un astronauta.



(foto di Luca Frigerio di FA)







Spintanemente, vado a dare un piccolo resoconto della quarta convention del ForumAstronautico e dell'ISAA (Italian Space and Astronautics Association), tenutasi lo scorso weekend presso il planetario di Lecco.

Intanto, la struttura: il planetario di Lecco e' gestito da… Continua

Aggiunto da paolo137 su 24 Novembre 2009 a 9:12 — 10 Commenti

Siete felici ?

...e cosa è per voi la felicità ?

Lo so, per essere Domenica sera potevo inventarmi qualcosa di più facile...

Salute e Latinum per tutti !

Aggiunto da Kruaxi su 22 Novembre 2009 a 22:37 — 3 Commenti

190 secondi.

Vi regalo 190 secondi.

Siete contenti?

190 secondi di Domenica sono un'eternità!

190 secondi di melodia, poesia e amenità.

Franz Ferdinand - Eleanor put your botts… Continua

Aggiunto da Giulio su 22 Novembre 2009 a 17:00 — 1 Commento

Gradoli Confidential

Via Gradoli. una via poco conosciuta alla periferia nord di Roma. Una zona cresciuta dove la città si è allargata, portando via spazio alla campagna laziale. A due passi c'è la Cassia, una delle famose strade della Roma antica.

In via Gradoli, là in periferia, sono sorte alcune case moderatamente pretenziose; piccoli condomini, dall'aria pacifica e dignitosa ma non così lussuosi da dare eccessivamente nell'occhio. Grazie anche alla lontananza dal centro di Roma, la zona è molto tranquilla… Continua

Aggiunto da Marco Lombardi su 21 Novembre 2009 a 12:30 — 1 Commento

UFO...

Pubblico un vecchio post da Italian Vipers dell'amico Ox, grande esperto ed appassionato di aviazione (nonché assiduo frequentatore di basi aeree in tutto il mondo).

Lo giudico molto, molto interessante...





Il famoso incidente di Boscombe Down





La sera del 26 Settembre 1994,nella base del Wiltshire un incidente in decollo ha coinvolto un misterioso velivolo americano,classificato ai più alti gradi di… Continua

Aggiunto da Kruaxi su 21 Novembre 2009 a 3:24 — 9 Commenti

Ghiaccio, fuoco e follia



In principio lo spazio era vuoto ed esistevano solo due principi fisici, due realtà, fra loro in opposizione: il caldo e il freddo, il fuoco e il ghiaccio.

L’universo, eoni or sono era formato da ghiaccio, sparso in ogni dove e da un unico enorme sole. Lentamente, per attrazione gravitazionale, i pezzi di ghiaccio più grandi hanno attratto i più piccoli, fino alla formazione di un solo unico pianeta di ghiaccio, che è finito per l’andare in… Continua

Aggiunto da Marco Lombardi su 19 Novembre 2009 a 15:31 — 4 Commenti

L'intervista - Un figlio dei tempi -ultima parte



Un mugik…cioè un contadino russo, ma tu compagno Iosif eri georgiano. Pensa che oggi la Georgia ci tiene a ribadire la sua indipendenza dalla Russia. Sono così tanto cambiati i tempi?



Anche allora c’è chi rivendicava il suo essere georgiano e non russo. Gente che non capiva niente. La Georgia aveva solo una speranza per uscire dalla condizione di stato satellite della Russia: entrare in una grande confederazione di stati sovietici,… Continua

Aggiunto da Marco Lombardi su 17 Novembre 2009 a 17:26 — 3 Commenti

L'intervista: un figlio dei tempi - parte seconda



Compagno Iosif, in poche frasi, hai già indirizzato frecciate terribili a due grandi scrittori russi, eppure, questo disprezzo non si spiega alla luce del fatto che hai sempre spronato la cultura e ha i sempre fatto grossi sforzi per rivendicare la tradizione e la civiltà russa



Dunque, all’indomani della Rivoluzione d’Ottobre, io e Vladimir Ilyich (Lenin Ndr) ci siamo trovati a dover gestire un paese enorme e in… Continua

Aggiunto da Marco Lombardi su 17 Novembre 2009 a 11:38 — 4 Commenti

Par Condicio


L'unico scopo di questo post e' bilanciare, se possibile, le due brutte facce qui sotto.

Aggiunto da paolo137 su 17 Novembre 2009 a 11:00 — 6 Commenti

L'intervista -parte prima

In esclusiva per Turno di Notte: un figlio dei tempi



Buongiorno, innanzitutto, come vuole che la chiami? Signor Dugashvili, Iosif, o preferisce il soprannome con cui è passato alla storia, Stalin?



Vorrei innanzitutto che la smettessi di darmi del lei. Il lei è uno di quei formalismi piccolo borghesi che ho cercato, per tutta la mia vita, di sradicare dalla Russia, anzi, dall'Unione delle repubbliche socialiste sovietiche. Compagno… Continua

Aggiunto da Marco Lombardi su 16 Novembre 2009 a 22:46 — 2 Commenti

L'uomo si adatta all'ambiente

Sabato sono tornato al lavoro dopo l'influenza: mattina e notte.
Domani, lunedì: notte.
Mercoledì: pomeriggio.
Giovedì: notte.

Qualcosa sta cambiando in me...


Salute e Latinum per tutti !

Aggiunto da Kruaxi su 16 Novembre 2009 a 0:30 — 5 Commenti

Un altro!

Stavolta Franscesè.
Detesto cordialmente i cugini d'oltralpe, ma devo ammettere che come eleganza ci sanno fare.


Adesso c'è un F14A dei Black Aces sul tavolo.

Aggiunto da Giulio su 14 Novembre 2009 a 16:53 — 11 Commenti

Sogni

Stanotte uno particolarmente stupido.

Ho sognato che partecipavo ad un reality in un cimitero (!), il gioco consisteva nel viaggiare di notte nei sotterranei dello stesso (strettissimi garage imbiancati) a bordo di una Fiat 131 guidata da Sandro Munari, scendendo ogni tanto ed andando a bussare sulle porte dei garage per vedere se qualcuno apriva... Brrrr...

Poi mi sono ritrovato in auto con i miei familiari, in un lontano futuro (credo sulla Luna). Andavamo a cena fuori, passando per… Continua

Aggiunto da Kruaxi su 13 Novembre 2009 a 11:38 — 3 Commenti

Sottosopra

Kru, dopo due giorni in cui non capivo un tubo, ho scoperto che i commenti adesso li spara al contrario!
Perche?

Aggiunto da Giulio su 11 Novembre 2009 a 20:59 — 10 Commenti

Due giorni fa...

Il 9 novembre, due giorni fa, è stato celebrato il ventesimo anniversario della caduta del muro di Berlino. Un avvenimento storico, epocale, che fu descritto come l'inizio di una nuova era di pace e di prosperità.
E' stato davvero così?
Il muro è crollato, ma cosa è stato costruito al suo posto? Sempre che sia stato costruito effettivamente qualcosa...e per chi?
Chi eravamo noi al di qua del muro? E chi erano quelli dall'altra parte? E chi siamo oggi?

Aggiunto da Marco Lombardi su 11 Novembre 2009 a 16:52 — 4 Commenti

'Fantascientifici' in guerra

Guardate che bella foto...


Da sinistra: Heinlein, Sprangue de Camp, Asimov... Era il 1944.
Affascinante.

Salute e Latinum per tutti !

Aggiunto da Kruaxi su 11 Novembre 2009 a 16:17 — 2 Commenti

L'Atari 2600 e la guerra fredda.

Me li ricordo bene, i primi anni 80...

Il Reaganismo impazzava, la tensione con l'URSS era apparentemente prossima al punto di rottura, lo scontro appariva inevitabile.

Intanto noi ragazzotti impazzivamo di desiderio vedendo le prime vere consolle da videogiochi nelle vetrine dei negozi di giocattoli, prima in assoluto la mitica ATARI 2600.

La prima con le cartucce, la prima con tanti giochi dalla grafica già 'vagamente' definita... Molti di noi, me compreso, avevamo già avuto… Continua

Aggiunto da Kruaxi su 9 Novembre 2009 a 21:00 — 10 Commenti

Dalle stelle alla bomba

Albert era un giovane e timido impiegato all’ufficio brevetti di Vienna all’inizio del secolo. La sua occupazione lavorativa, abbastanza noiosa, gli lasciava molto tempo per pensare su alcune domande non proprio comuni: cos’è lo spazio? Com’è fatto? Cos’è la materia? E cos’è l’energia?

Il giovane Albert era un uomo abbastanza mingherlino. Con due occhi scuri e vivaci, incorniciati da occhiali con la montatura metallica, e due baffetti anch’essi neri. Questo aspetto da impiegato… Continua

Aggiunto da Marco Lombardi su 9 Novembre 2009 a 15:54 — 2 Commenti

Info su

© 2017   Creato da Kruaxi.   Tecnologia

Segnala un problema  |  Termini del servizio