Turno di notte

La notte porta consiglio ? Kruaxi a ruota libera.

Orange is the new black

E’ una serie tv non ancora trasmessa in Italia, ispirata al libro ‘Orange is the new black: my year in a women’s prison’ di Piper Kerman.

La Kerman racconta della sua detenzione presso un carcere di minima sicurezza per il suo coinvolgimento, molti anni prima della condanna, in un traffico internazionale di valuta correlato ai cartelli della droga.

L’autrice aveva agito in questi scenari per compiacere la sua amante, al tempo rappresentante operativa di uno dei suddetti cartelli.

La serie, andata in onda sul canale streaming ‘Netflix’ nel 2013, prende le mosse dagli avvenimenti descritti per raccontare, con le ovvie concessioni alla fiction, l’anno di permanenza in galera della Kerman, qui ribattezzata Piper Chapman.

La Chapman è una giovane donna appartenente alla buona borghesia statunitense, una wasp, che pensava di essersi lasciata alle spalle un tumultuoso periodo di eccessi e di amore saffico avuto in gioventù. Anni dopo, ormai fidanzata con un giovane scrittore ebreo di belle speranze, la sua vita viene sconvolta dall’inattesa condanna, dovuta alla denuncia tardiva da parte di qualcuno, inizialmente non si sa chi, che faceva parte del suo passato.

Consigliata dall’avvocato accetta di passare 15 mesi in carcere senza intraprendere ulteriori processi che, oltre a portarla sotto i riflettori dei media, rischierebbero di aggravare la propria situazione. Il fidanzato decide di appoggiare la sua scelta e di attenderne il ritorno. Le porte del carcere si chiudono dunque alle spalle di Piper che, conscia di andare incontro a terribili situazioni, scoprirà un’umanità complessa, terribile e patetica: un microcosmo dove la vita è tutta da imparare nuovamente.

La prima stagione è composta da 13 episodi, che hanno avuto un’ottima accoglienza da parte di critica e pubblico. Supportata dall’ottima sceneggiatura di Jenji Kohan e da un cast di attori assai indovinato, nonché da una regia notevole (che ha visto dietro la camera anche Jodie Foster, lesbica ‘militante’), la serie spiazza completamente lo spettatore per i continui cambi di tono che, come nella vita reale, spaziano fra commedia e dramma senza soluzione di continuità. Conosceremo così un mondo dettato da regole assurde, dominato da piccoli burocrati frustrati e spesso molto peggiori delle detenute a loro affidate.

Piper, anima inquieta e piena di contraddizioni, si barcamenerà fra divisioni razziali, malattia mentale, intolleranze religiose ed amori saffici: rideremo e piangeremo per le protagoniste in una girandola di eventi che trasporta lo spettatore verso l’empatia nei loro confronti.

Nonostante la tematica, indubbiamente a rischio ‘prurigine’, siamo distanti dai filmacci voyeristici italiani e spagnoli degli anni 70, di quello che fu il fortunato filone delle storie ambientate in carceri femminili.

La serie è interessante per molti aspetti, non ultima la denuncia di una società esterna ormai schizzofrenica, che a volte spinge alla delinquenza quale unica risorsa di sopravvivenza, una società che crea mostri ed all’occorrenza li sfrutta per le proprie necessità. 

In effetti certi stereotipi, pur ben rappresentati, non ci vengono risparmiati ma, c’é da immaginarlo, semplicemente in quanto corrispondenti al vero.

Ho bruciato in pochi giorni tutti gli episodi ed aspetto la seconda stagione, che dovrebbe partire a giugno, con estremo interesse... peraltro l’ultimo episodio si chiude con un cliffhanger  da paura...

Attori davvero in gamba, tematica forte e senza censura (tanto che tremo per la prossima edizione italiana, potenzialmente soggetta a scempi che abbiamo già visto) eppure, allo stesso tempo, una certa leggerezza narrativa che ne permette la visione anche a chi cerca una buona serie tv senza voler affrontare troppi patemi d’anima.

Segnalo nel cast una strepitosa Laura Prepon, che qualcuno avrà già visto nella sit com ‘That 70’s show’, ed una Kate Mulgrew in gran forma, l’indimenticata capitano Janeway della serie ‘Star Trek: Voyager’.

Consigliatissima.

Visualizzazioni: 41

Commento

Devi essere membro di Turno di notte per aggiungere commenti!

Partecipa a Turno di notte

Info su

© 2017   Creato da Kruaxi.   Tecnologia

Segnala un problema  |  Termini del servizio